Consulenza e certificazione
ORG+
Sicurezza
Ambiente
Formazione

MUD 2019: prorogato il termine al 22 Giugno

Normativa di riferimento e scadenze

Sulla Gazzetta Ufficiale del 22 febbraio 2019 è stato pubblicato il D.P.C.M. 24 dicembre 2018 che contiene il modello e le istruzioni per la presentazione del Modello Unico di dichiarazione ambientale.

Diverse le novità introdotte tra cui lo slittamento del termine di presentazione al 22 giugno 2019.

Rimangono invece immutati rispetto al 2018:

  1. Struttura del modello, articolato in 6 Comunicazioni. 
  2. Soggetti obbligati alla presentazione del MUD: sono quelli definiti dall'articolo 189 c. 3 del D.lgs. 152/2006 ovvero trasportatori, intermediari senza detenzione, recuperatori, smaltitori, produttori di rifiuti pericolosi, produttori di rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti, Comuni.
  3. Modalità per l’invio delle comunicazioni: in particolare le Comunicazioni Rifiuti, RAEE, Imballaggi, Veicoli fuori uso vanno inviate via telematica tramite il sito www.mudtelematico.it; la comunicazione rifiuti semplificata va compilata tramite il sito mudsemplificato.ecocerved.it e trasmessa via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it.
  4. Diritti di segreteria: sono pari a 10 € per l’invio telematico e 15 € per l’invio via PEC.

Vi invitiamo pertanto alla lettura dell'allegato "MUD 2019 - Scheda di sintesi", pubblicato da EcoCamere, e riportato nel link sottostante, nel quale vengono riepilogate le novità introdotte dal D.P.C.M. 24 dicembre 2018 e chi sono i soggetti obbligati alla redazione del MUD.